Messinese: rinviati al 1° novembre adempimenti e pagamenti tributari – l’approfondimento di Giuseppe Tomasello

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 2 ottobre 2009 Dichiarazione dello stato di emergenza in relazione alle eccezionali avversita’ atmosferiche verificatesi il 1 ottobre 2009, nel territorio della provincia di Messina. (09A11821) (GU n. 234 del 8-10-2009 )

E' stato pubblicato, sulla “Gazzetta Ufficiale” n. 240 del 15 ottobre scorso, il decreto del ministero dell'Economia e delle Finanze datato 8 ottobre 2009. Pertanto, per i soggetti residenti nei comuni della provincia di Messina colpiti dall'alluvione di ottobre sono sospesi dal 1° ottobre 2009 al 1° novembre 2009 i termini relativi agli adempimenti ed ai versamenti tributari scadenti nel medesimo periodo. La sospensione non opera per gli adempimenti da porre in essere in qualità di sostituto d'imposta.

Leggi il commento

Il testo del provvedimento:

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI
 
  Visto l'art. 5 della legge 24 febbraio 1992, n. 225;
  Visto l'art. 107 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112;
  Visto  il  decreto-legge  7 settembre 2001, n. 343, convertito, con
modificazioni, dalla legge 9 novembre 2001, n. 401;
  Considerato  che  il  giorno    ottobre  2009 il territorio della
provincia  di  Messina  e'  stato interessato da una straordinaria ed
eccezionale  ondata  di maltempo, caratterizzata da diffuse e copiose
precipitazioni  di  particolare intensita' tali da causare la perdita
di  vite  umane,  numerosi  feriti, ingenti danni al tessuto sociale,
economico  e produttivo, nonche' una grave situazione di pericolo per
la pubblica e privata incolumita';
  Considerato, altresi', che detti eventi hanno determinato movimenti
franosi,   l'esondazione   di   fiumi   e  torrenti,  allagamenti  di
insediamenti  abitativi,  commerciali  ed industriali, l'interruzione
della  viabilita'  stradale  e  ferroviaria, delle linee elettriche e
telefoniche,  nonche'  gravi  danni alle infrastrutture, agli edifici
pubblici  e  privati,  ai  beni mobili, con conseguente necessita' di
disporre l'evacuazione di numerosi nuclei familiari;
  Ravvisata   la  necessita'  di  procedere  con  ogni  urgenza  alla
realizzazione  dei  primi  interventi  finalizzati  al soccorso della
popolazione ed alla rimozione delle situazioni di pericolo;
  Tenuto  conto  che detta situazione di emergenza, per intensita' ed
estensione, non e' fronteggiabile con mezzi e poteri ordinari;
  Ritenuto  quindi,  che  ricorrono, nella fattispecie, i presupposti
previsti dall'art. 5, comma 1, della citata legge n. 225/1992, per la
dichiarazione dello stato di emergenza;
  Acquisita l'intesa della Regione Siciliana;
  Vista  la  deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella
riunione del 2 ottobre 2009;
 
                              Decreta:
 
  Ai  sensi  e  per  gli effetti dell'art. 5, comma 1, della legge 24
febbraio  1992,  n.  225,  in  considerazione  di  quanto espresso in
premessa,  e'  dichiarato,  fino  al  31  ottobre  2010,  lo stato di
emergenza  in  relazione  alle  eccezionali  avversita'  atmosferiche
verificatesi il giorno 1° ottobre 2009 nel territorio della provincia
di Messina.
  Il  presente  decreto  verra'  pubblicato  nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana.
   Roma, 2 ottobre 2009
 

                                            Il Presidente: Berlusconi

DOCUMENTI ALLEGATI


Grandezza Font
Contrasto