EXTRACOMUNITARI STAGIONALI, a breve in GU il decreto per 35 mila nuovi ingressi

Decreto firmato dal Presidente del Consiglio, invii on line dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale

Con la firma del decreto flussi stagionali 2012, potranno fare ingresso in Italia 35 mila lavoratori extraue e 4 mila lavoratori stranieri non stagionali già formati in patria. Il decreto, firmato dal Presidente del Consiglio il 13 marzo, è in corso di registrazione preso la Corte di Conti.

La presentazione delle domande d’ingresso potrà avvenire, come di consueto, solo on line a partire dalle ore 8.00 del giorno successivo alla pubblicazione del decreto rivolgendosi ai Consulenti del lavoro, quali intermediari abilitati.


I 35 mila lavoratori stagionali saranno impiegati in agricoltura e nel settore turistico alberghiero. Secondo il decreto, potranno arrivare solo da uno dei seguenti Paesi: Albania, Algeria, Bangladesh, Bosnia Herzegovina, Croazia, Egitto, Repubblica delle Filippine, Gambia, Ghana, India, Kosovo, Repubblica ex Jugoslavia di Macedonia, Marocco, Moldavia, Montenegro, Niger, Nigeria, Pakistan, Senegal, Serbia, Sri Lanka, Ucraina, Tunisia.

Il decreto autorizza anche l’ingresso di 4000 cittadini stranieri non comunitari residenti all’estero che abbiano completato programmi di formazione ed istruzione nel paese d’origine ai sensi dell’articolo 23 Dlgs n.286/98.

Le principali novità sono:

  • la possibilità per il datore di chiedere un nulla osta pluriennale,

  • per gli stranieri che sono già entrati in Italia lo scorso anno, il silenzio assenso per ottenere il visto di quest’anno e

  • la possibilità per il lavoratore di non rientrare in patria al termine del lavoro stagionale se il soggetto trova una nuova opportunità di lavoro stagionale, presso lo stesso datore o presso uno diverso.

 

Precedenti notizie

Decreto flussi extraue per 35.000 stagionali pronto per la firma

 

notizie correlate


Extraue, dal 10 marzo obbligo sottoscrizione accordo di integrazione
In vigore il permesso a punti per i nuovi ingressi in Italia.

Dl semplificazioni n. 5/12 spiegato dall'Inail
L'Istituto interviene su sanzioni lul, appalti e assunzioni extra nel turismo.

Datori di lavoro domestico, le novità del 2012 su extraue, retribuzioni, contributi, tracciabilità, sanzioni…
L’ebook della Fondazione Studi è aggiornato alle ultime innovazioni.

Agevolata la mobilità degli stranieri in Italia
Extracomunitari al lavoro in Italia con norme semplificate.

Decreto semplificazioni, il quadro delle modifiche alle norme
Dalla Fondazione Studi arriva la tabella di comparazione che comprende il testo del Dl 5/12 (GU n.33 del 9.2.2012) e il testo delle norme in materia di lavoro toccate dalle modifiche.

Turismo, lavoro extra solo con comunicazione preventiva
Dal ministero le prime interpretazioni sul testo del dl semplificazioni.

Stagionali extraue, con dl semplificazioni al lavoro più rapidamente in due casi
Silenzio assenso se autorizzati l'anno prima, nessun rientro in patria se trovano altra occupazione.

Il decreto semplificazioni in GU n. 33 del 9 febbraio
Alcune semplificazioni anche in materia di lavoro.

Extraue, obbligo accordo di integrazione dal 10 marzo
Permesso a punti per i nuovi ingressi in Italia.

Extraue, per assunzioni necessaria valutazione preventiva del PDS
Con blocco dei flussi d’ingresso avviamento limitato.

Unilav sostituisce contratto di soggiorno
Ministero Interno recepisce nuove regole sul mod. Q.

Stranieri in azienda, senza decreto flussi assunzioni solo con il PDS regolare
Possibile avviare solo stranieri già presenti in Italia regolarmente, specializzati e stagionali.

Autocertificazione vale anche per extracomunitari
L’entrata in vigore delle nuove regole si estende a stati, fatti o qualità verificabili.

Extraue stagionali pluriennali, nuovo modello per ingressi
Dal 4 gennaio il datore può confermare l’assunzione per il 2012.



Grandezza Font
Contrasto