CONTRATTI A TEMINE A RISCHIO CONVERSIONE

Dal 1° Aprile il susseguirsi di più contratti a tempo determinato, fra i medesimi soggetti e per le stesse mansioni, al superamento dei 36 mesi di durata complessiva, comporta la trasformazione di diritto in contratti a tempo indeterminato.

 L’analisi delle ipotesi che si possono verificare è necessaria al fine del riscontro dell’efficacia dei contratti a termine già avviati e di quella dei contratti ancora da stipulare.

In un documento della Fondazione Studi del Consiglio Nazionale l’approfondimento

Leggi il documento

 

 



Grandezza Font
Contrasto