Bonus famiglia, scaduto il termine per la presentazione della richiesta al datore di lavoro il 28/02/2009

Ampliati di fatto i limiti di capienza? Auspicabile un chiarimento in tal senso. Intanto è possibile effettuare i rimborsi già nel mese di febbraio

Scaduto il 28 febbraio 2009, il termine per presentare - al datore di lavoro, all'ente pensionistico o all'agenzia delle Entrate - l'istanza per ottenere il bonus straordinario con riferimento all'anno 2007.

L'erogazione del bonus deve avvenire da parte dei sostituti d'imposta entro il 31 marzo 2009.

La modifica, dal 31 gennaio 2009 al 28 febbraio 2009, del termine di presentazione è stata introdotta da un emendamento presentato in sede di conversione del decreto-legge n. 185 del 2008 e riguarda l’ipotesi in cui il beneficio sia richiesto sulla base del numero di componenti del nucleo familiare e del reddito complessivo familiare riferiti al periodo d’imposta 2007

Alla luce di ciò, si ritiene che tale proroga di fatto ampli il limite di capienza per i rimborsi dando la possibilità al sostituto di erogare il bonus indifferentemente nei mesi di febbraio e marzo 2009.

Viene così attenuata la portata estremamente restrittiva del concetto di in capienza del monte ritenute e contributi contenuto nel comma 8 dell’articolo 1 che recita “ Il sostituto d'imposta eroga il beneficio, secondo l'ordine di presentazione delle richieste, nei limiti del monte ritenute e contributi disponibili nel mese di febbraio 2009”

Inoltre non appare coerente con il precedente assunto la modalità di recupero delle somme che deve avvenire, ai sensi del successivo comma 9,  mediante compensazione del credito col modello F24 ai sensi dell’articolo 17 del D.Lgs. n.241/1997 sin dal giorno successivo alla corresponsione del bonus.

L’articolo 17 in questione, infatti, non pone alcun limite alla compensazione dei crediti.

Tommaso Siracusano

 

 

           

DOCUMENTI ALLEGATI


Grandezza Font
Contrasto